Belen e Stefano, sposi affranti: il retroscena del loro matrimonio. Il lutto improvviso

Una storia di lacrime proprio nel giorno più felice della loro vita, quello del matrimonio di Stefano Di Martino e Belen Rodriguez, ha infranto il cuore della showgirl argentina. 

BELEN RODRIGUEZ E STEFANO DE MARTINO
Stefano De Martino e Belen Rodriguez (Photo by Pascal Le Segretain/Getty Images)

Chi potrebbe mai aspettarsi una brutta notizia, proprio nel giorno del proprio matrimonio? E’ quello che è successo alla famosa showgirl argentina Belen Rodriguez al termine dei festeggiamenti dopo le nozze con il ballerino Stefano De Martino.

Era il 20 settembre 2013, i due ragazzi erano felici e innamorati, intenti a celebrare al meglio quello che dovrebbe essere il giorno più bello della propria vita. Belen riceve una telefonata che le ha cambiato totalmente l’umore, smorzando la gioia del matrimonio.

Purtroppo proprio quel giorno suo nonno in Argentina è deceduto, a seguito di una brutta malattia che lo ha portato via in pochissimo tempo e contro la quale non è riuscito a vincere.

LEGGI ANCHE >>> Belen, il fratello scoppia a piangere: cosa succede in casa Rodriguez

Le lacrime di Belen Rodriguez alle nozze con Stefano

belen rodruiguez piange
Belen Rodriguez ospite a “Verissimo”

Piena di rimpianti e di dolore, Belen ricorda suo nonno in maniera straziante e in lacrime. Ospite al programma condotto da Silvia Toffanin, “Verissimo“, la showgirl parla del loro rapporto e del dispiacere che ha provato nel non essere riuscita a fare una cosa: portare il figlio Santiago in Argentina per conoscerlo, una volta terminate le riprese del programma con cui al tempo era impegnata “Italia’s got talent“.

Anche il fratello della Rodriguez, Jeremias si espresse sul nonno quando era concorrente del “Grande Fratello Vip“: “Non sono riuscito a vederlo, nessuno è riuscito a vederlo, perché Belen si stava sposando. Eravamo tutti in Italia e lui era in Argentina. Belen si è sposata e a mezzanotte ci hanno chiamato. Nessuno è riuscito a vederlo, neanche mia madre”.