Attaccati in mare, sangue e vittime

Vicenda incredibile quella che ha coinvolto i bagnanti di una delle spiagge più belle della California. Terrore e paura: c’era sangue ovunque

Andare al mare, godersi la spiaggia e l’acqua cristallina è uno dei massimi piaceri della vita. Per tutto l’anno, infatti, si attende con trepidazione quella settimana di ferie estive in cui, con i piedi a mollo e un cappello sulla testa, ci si può concentrare solo a rilassarsi: in pochi giorni, si deve cercare di accumulare energia per un anno intero.

Mare: bagnanti feriti
mare, ferite (www.solonotizie24.it)

Non a tutti, però, piace il mare. Chi non ama il relax da spiaggia, infatti, vede la vacanza al mare come noiosa e poco divertente: solitamente, infatti, queste persone preferiscono trascorrere le proprie vacanze in qualche città d’arte o in zone collinari e montuose, dove fare attività adrenaliniche e divertenti.

Forse, anche i bagnanti di queste coste della California, quando tutto è finito, hanno pensato che sarebbe stato meglio dirigersi verso altri orizzonti, per trascorrere la propria giornata di relax. In poco tempo, infatti, la spiaggia è diventata il teatro dell’orrore: sangue ovunque.

California, spiaggia invasa da animali succhia sangue

La vicenda si è consumata lungo le coste della California del Sud, sulle spiagge di San Diego. Qui, centinaia di persone distese sulla sabbia a godersi il riposo e il relax sono state attaccate da migliaia di crostacei acquatici chiamati Excirolana chiltoni, che lasciano sui piedi delle proprie vittime microscopici, sanguinanti e dolorossimi morsi. L’esperienza, raccontata come traumatizzante e inaspettata, è assai rara: sebbene questi crostacei siano una specie endemica lungo le coste degli Stati Uniti, capita davvero poco frequentemente che attacchino gli esseri umani.

Spiaggia invasa dai crostacei
spiaggia (www.solonotize24.it)

Ai microfoni del canale CBS8 San Diego, una delle persone aggredite ha raccontato che aveva sangue ovunque, sui piedi e tra le dita. “Sembrava quasi di essere stata attaccata da un banco di microscopici piragna” ha poi detto, manifestando quindi terrore e panico. Questi animali appartengono all’ordine degli isopodi, che al suo interno contiene più di diecimila specie terrestri e marine. A questa classe, per esempio, appartengono anche i porcellini di terra.

Le specie marine, comuni negli Stati Uniti ma rare alle nostre latitudini, si differenziano molto per caratteristiche e comportamenti. Alcune possono raggiungere anche i 30 cm ed essere innocue per l’uomo, che addirittura può gustarsele poiché commestibili. Altre, invece, come questi minuscoli succhia sangue, hanno dimensioni davvero ridotte ma sanno scatenare una carneficina che, per quanto non rischiosa per la salute e la vita delle vittime, mette davvero paura. Sebbene solitamente si nutrano di pesci morti e di carcasse, gli Excirolana chiltoni hanno dimostrato che sanno apprezzare anche la carne umana: sulle spiagge della California, ora, è panico.