Donatella Versace, conoscete il figlio Daniel? E’ semplicemente bellissimo

donatella versace
Fonte: Instagram

Donatella Versace è uno dei volti più importanti e conosciuti della moda mondiale, simbolo di eleganza e raffinatezza. Ma avete mai visto suo figlio Daniel? Ecco che cosa fa.

Forse non tutti sanno che la favolosa Donatella Versace ha due, adoratissimi figli: Allegra e Daniel. Entrambi sono nati dalla relazione della star con il modello Paul Beck. Donatella è legatissima a entrambi, anche se di recente ha ammesso di aver sofferto per anni a causa di una forte dipendenza dalla droga, con cui si “umiliava” davanti a suoi figli. Fortunatamente quei giorni difficili sono ormai alle spalle e ora Donatella non potrebbe essere più felice della sua nuova vita lontano dalle dipendenze.

Tra qualche giorno ricorrerà il 25esimo anniversario della morte di Gianni Versace e l’attenzione dei media si è spostata verso la sorella, Donatella, da sempre molto legata alla figura emblematica di Gianni. Ma che lavoro fanno i figli di Donatella Versace? Se la primogenita Allegra ha ereditato il 50% dell’azienda di famiglia, Daniel ha scelto un percorso ben diverso…

Chi è e che cosa fa Daniel, il figlio di Donatella Versace

Non si è mai parlato abbastanza del figlio di Donatella Versace, Daniel, un vero talento nel campo della musica. Il ragazzo ha scelto infatti la carriera di rockstar, non avendo mai nutrito interesse per il mondo della moda.

donatella versace figli
Fonte: web

Il giovane, classe 1989, è da sempre appassionato di musica e vive attualmente a Londra. Qui ha dato vita a una band che spera, negli anni, di far crescere. La somiglianza di Daniel con mamma Donatella è strabiliante ed è diventata sempre più evidente con il passare degli anni. Donatella è affezionatissima sia a lui che ad Allegra, che di anni ne ha 36 e al momento gestisce la società (ceduta nel 2018 a Michael Kors) insieme alla mamma. Un onore e un onere molto grandi per la giovane erede di casa Versace.

La morte di Gianni ha lasciato un vuoto enorme nell’azienda, ma Donatella ha saputo rimboccarsi le maniche e lavorare duramente. “Mi sono fatta coraggio, ho guardato tutti i nostri collaboratori e ho detto: ‘Mettiamocela tutta e andiamo avanti’, indossando un sorriso che in quel momento non avevo. Da lì è scattato qualcosa dentro di me che mi ha fatto lottare e lottare per arrivare a quello che Versace rappresenta oggi”.