Juventus-Napoli: 3-0 a tavolino e -1 in classifica per i campani

Juventus-Napoli: è arrivata l’attesa sentenza del Giudice Sportivo che non ha concesso attenuanti ai campani. Punizione severa

Juventus-Napoli 3-0 a tavolino: così ha deciso il giudice sportivo Gerardo Mastrandrea, infliggendo anche 1 punto di penalizzazione alla squadra partenopea. Costa caro, almeno sulla carta, quindi il rifiuto di partire per Torino dopo i due casi di positività a Zielinski e ad un collaboratore prima che scoppiasse anche il caso Elmas.

Secondo il Giudice Sportivo le comunicazioni della Asl al Napoli non avrebbero comunque impedito al Napoli di volare a Torino, come invece sostiene la società. “Gli atti delle Aziende sanitarie delineano un quadro che non appare al Giudice affatto incompatibile con l’applicazione delle norme specifiche dell’apposito Protocollo sanitario FIGC. Quindi con la possibilità di disputare l’incontro di calcio programmato a Torino”. è scritto nel comunicato.

In pratica secondo il giudice sportivo non esistevano cause di forza maggiore. Ora il Napoli ricorrerà in prima istanza al Tribunale d’Appello Federale. Ma nel caso non  vedesse riconosciute le sue motivazioni, il presidente De Laurentiis è pronto a ricorrere anche alla magustratura ordinaria, quindi al Tar del Lazio.

Covid, la Juve perde Ronaldo. Il portoghese è positivo
Juventus-Napoli 3-0 a tavolino (Websource)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Cristiano Ronaldo positivo, la quarantena a Torino

Juventus-Napoli 3-0, non esistevano le cause di forza maggiore

Il giudice Mastrandrea ha anche riportato lo scambio di messaggi tra il Napoli e le Asl locali il 2 e il 3 ottobre. Secondo lui non c’erano elementi che con chiarezza impedissero la trasferta al club. Solo il 4 è stata evidente l’impossibilità a lasciare la ‘bolla’, ma prima il Napoli se avesse voluto poteva arrivare a Torino per giocare.

Dopo la decisione di oggi quindi la Juventus in classifica sale a quota 7 punti, alle spalle di Atalanta e Milan che sono le uniche due a 9 mentre il Napoli scende a 5. E sabato pomeriggio al San Paolo arriverà l’Atalanta, non certo la più comodza delle avversarie.

F.D.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.